Regione Campania, Specialistica in affanno: nuova proroga Piani Terapeutici fino al 31 agosto sotto la responsabilità dei MMG

La Giunta Regionale Campania, viste le difficoltà incontrate nell’auspicato ritorno alla normalità per quanto riguarda il rinnovo dei Piani Terapeutici dei farmaci PTH e per evitare la sospensione delle necessarie terapie in corso, indica la possibilità di prescrivere fino al 31 agosto c.a., da parte dei MMG, ove lo ritengano opportuno ed assumendosene la responsabilità, il farmaco in terapia cronica che necessita di PT, aggiungendo nelle note della prescrizione un stringa di testo che indichi che la prescrizione è stata redatta in attesa di visita specialistica per il rinnovo del piano terapeutico.

Si specifica, inoltre che “è responsabilità del medico (MMG) tanto l’atto sanitario quanto l’atto amministrativo nel caso di eventuali ricadute sul SSR” e che “sarà compito delle AA.SS.LL., per il tramite delle UCAD, verificare eventuali prescrizioni dei MMG/PLS anomale per tipologia o quantità di medicinale prescritto rispetto al percorso terapeutico ordinario del paziente“.

Il testo:

Durante la fase emergenziale è stato possibile assicurare le attività sanitarie evitando la sospensione delle stesse, soprattutto per i pazienti cronici, utilizzando più volte lo strumento del rinnovo automatico dei Piani Terapeutici informatizzati.

Tali proroghe informatiche sono state sempre incentrate sull’impegno richiesto ai clinici prescrittori nel verificare ed eventualmente adeguare le terapie prescritte a pazienti arruolati presso il proprio Centro, attraverso modalità telematiche di consulto clinico e di rinnovo informatico.

Successivamente, con la ripresa delle ordinarie attività assistenziali, con nota prot. n. 218527 del 22.04.2021 la scrivente UOD ha invitato le AA.SS. a promuovere le previste rivalutazioni clinico terapeutiche dei pazienti in terapia presso i Centri prescrittori.

Per assicurare ai prescrittori un tempo congruo a tale rivalutazione, nella nota sopra citata è stata ulteriormente procrastinato il termine di validità dei piani terapeutici di ulteriori 30 giorni fino al 30 maggio e.a.

Premesso tutto ciò, considerato che la riapertura delle attività assistenziali ordinarie sta avvenendo in modo progressivo, vanno tenute in debito i casi in cui le visite specialistiche risultano prescritte dai MMG/PLS ma ancora non espletate.

A tal fine, si sollecitano i Centri Prescrittori dei medicinali A-PHT a programmare in tempi ristretti i controlli di tutti gli assistiti a proprio carico.

Inoltre, al fine di garantirne la continuità terapeutica agli assistiti in attesa di rinnovo di Piano SaniARP, si autorizzano i MMG/PLS, fino al 31 agosto e.a., a redigere in autonomia la prescrizione dei medicinali A-PHT, assumendosi l’onere della responsabilità clinica di gestire tale periodo transitorio fino alla programmata visita specialistica.

Tali ricette/promemoria dovranno riportare, nel campo libero di testo, un riferimento preciso relativo all’avvenuta prescrizione della visita specialistica finalizzata al rinnovo terapeutico.

Dal punto di vista tecnico, tale periodo transitorio prevede la disattivazione temporanea dell’interrogazione informatica della piattaforma SaniARP al momento dell’erogazione delle ricette in DPC, che finora ha garantito la coerenza tra prescrizione specialistica e ricetta del MMG/PLS.

Di conseguenza, nel porre in modo responsabile al centro della prescrizione dei medicinali A-PHT il MMG/PLS, si raccomanda agli stessi la massima attenzione nell’individuare correttamente il medicinale da prescrivere ed il relativo dosaggio, favorendo la prescrizione dei biosimilari nel caso dei medicinali biologici in tutti i casi previsti dalla normativa vigente e nel rispetto dei criteri di continuità terapeutica.

I MMG/PLS avranno inoltre cura di verificare attentamente che il numero di confezioni prescritte sia coerente con la posologia prescritta e che l’erogazione non rientri negli ambiti previsti della L.648/96, di competenza delle farmacie territoriali delle AA.55.LL.

In sede di successiva verifica, sarà compito delle AA.SS.LL., per il tramite delle UCAD, verificare eventuali prescrizioni dei MMG/PLS anomale per tipologia o quantità di medicinale prescritto rispetto al percorso terapeutico ordinario del paziente, tenendo conto che è responsabilità del medico tanto l’atto sanitario quanto l’atto amministrativo nel caso di eventuali ricadute sul SSR.

LA COMUNICAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

Post Tagged with ,
Comments are closed.