Influenza: raccomandazioni per la stagione 2019-2020 dalla Conferenza Stato-Regioni

(Regioni.it 3670 – 08/08/2019) La Conferenza Stato-Regioni del 1° agosto ha sancito l’accordo sul documento “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2019-2020”. La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, pur esprimendo avviso favorevole all’Accordo, ha condizionato il “via libera” all’accoglimento di alcune richieste emendative contenute in un documento che è stato consegnato al Governo.
Nel corso della riunione il Ministro della Salute – si legge negli atti – ha acconsentito alla richiesta, “Acquisito, quindi, l’assenso del Governo e delle Regioni” si è potuto sancire l’accordo.
Si riporta di seguito il testo degli emendamemnti richiesti dalle Regioni e il link all’atto della Conferenza Stato-Regioni.
Posizione sul Documento “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2019-2020”
Accordo, ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano
Punto 2) Odg Conferenza Stato-Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime avviso favorevole all’Accordo condizionato all’accoglimento delle seguenti richieste emendative formulate in sede tecnica e non recepite nel testo:
– Tab 1. Pag. 4 – sezione: “soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori”- eliminare dalla tabella le seguenti categorie, in quanto il loro inserimento diventa confusivo rispetto al titolo della tabella stessa: “ Altre categorie socialmente utili potrebbero avvantaggiarsi della vaccinazione, per motivi vincolati allo svolgimento della loro attività ….….” e le indicazioni relative ai lavoratori, in quanto in questo caso la vaccinazione sarebbe a carico del datore di lavoro, queste specifiche dovrebbero essere riportata come punto a parte;
– Tab. 2 pag. 9 nella colonna della tabella “Opzioni per la scelta del vaccino”, le raccomandazioni sono espresse con indicazioni al condizionale (“sarebbe preferibile”, “dovrebbe fornire una protezione..”). Era stato chiesto di fornire, nella scelta dei vaccini per le varie fasce di età, indicazioni più precise inserendo il riferimento bibliografico;
– Nel testo dell’Intesa era stato richiesto di citare l’ACN per la medicina generale che non risulta inserito.
Si segnala inoltre che la tabella (2), pag. 21 e 22, dal titolo “Rilevazione del numero di vaccinazioni antiinfluenzali stagionali”, risulta incompleta, non sono presenti tutte le classi di età. Si segnala infine che al punto 1. dello schema di Accordo la frase “sul documento recante” è ripetuta due volte.
Comments are closed.