AIFA, ritiro lotti a base di Valsartan con impurità

Facendo seguito al Comunicato AIFA n. 564 del 5 luglio 2018 relativo al ritiro di numerosi lotti di farmaci a base di VALSARTAN prodotti dall’officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China) contenenti un’impurità (N-nitrosodimetilamina – NDMA) classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l’uomo, si invitano gli operatori sanitari a fornire, ai cittadini utilizzatori di tale principio attivo, chiarimenti in merito alla validità del lotto del medicinale utilizzato sulla base dell’elenco diffuso dall’AIFA o invitandoli (come sta già facendo Federfarma) a ricorrere alla banca dati delle farmacie.

Nel caso in cui il lotto utilizzato risulti essere presente tra quelli ritirati, la terapia può essere sostituita con un altro Valsartan o con altro antagonista del recettore dell’angiotensina II.

Le confezioni appartenenti ai lotti interessati dal ritiro devono essere gettate negli appositi cassonetti della raccolta differenziata “per farmaci” allestiti dai comuni e collocati, in genere, all’interno o nelle vicinanze delle farmacie.

È vietato ai medici o alle farmacie ritirare i prodotti in questione.

Il comunicato AIFA su VALSARTAN

L’elenco dei lotti contenenti N-nitrosodimetilamina

Comments are closed.