• Malattie Neurodegenerative III edizione: un successo per tutti gli attori della Sanità locale.

    di Maria Antonietta Scovotto.

    Il 19 Maggio 2018 alla presenza di circa 130 medici e operatori sanitari, si è tenuta a Capaccio-Paestum, presso l’Hotel Ariston (SA), il terzo seminario delle Malattie Neuro-degenerative: Demenza e Parkinson a cura della Società Italiana di Medicine Generale e delle Cure primarie (SIMG) e dal Consorzio delle Medicoop salernitane (Mega Ellas).

    Tema dominante della giornata: l’importanza fondamentale della collaborazione tra Azienda Sanitaria Locale, ospedale e territorio (medico di medicina generale, setting riabilitativo, gruppo sociosanitario, famiglia/caregiver) per la gestione condivisa del paziente e del suo nucleo familiare. OBIETTIVO: Creare una rete di collaborazione sociosanitaria con il malato e la sua famiglia per una corretta rilevazione dei bisogni nelle varie fasi della malattia.

    Vero aspetto innovativo della giornata sono stati gli interventi condotti a più mani tra gli esperti e i giovani medici che sono sempre stati propositivi ed attenti allo sviluppo della discussione, sia con interventi mirati che con la presentazione di alcuni casi clinici. Sono state prese in considerazioni varie tematiche: dal riconoscimento precoce della malattia agli approfondimenti patogenetici; dalle novità sulle prospettive terapeutiche future alla difficoltà della gestione del paziente nella pratica clinica quotidiana con il peggioramento dell’autonomia; dall’importanza del supporto sociosanitario del caregiver al trattamento adeguato della sintomatologia dolorosa; dalle cure palliative nel paziente in fase avanzata di malattiaalle principali problematiche riabilitative ed assistenziali compresi gli ausili e protesi: utili strumenti di autonomia per la vita di relazioni.

    Una giornata proficua che, ha visto co-attori l’Azienda Sanitaria Salerno con la presenza del direttore generale Dr Antonio Giordano, il distretto sanitario ospitante n° 69, con la presenza della D.S. dr.ssa Giuseppina Arcaro, l’Ordine dei medici di Salerno con la presenza del presidente dr Giovanni D’Angelo, i medici generalisti con la presenza dei presidenti delle varie medicoop e gli specialisti territoriali e universitari con la presenza del Prof Antonio Federico direttore UOC clinica neurologica e malattie neurometaboliche: quadrato vincente, se interattivo, per affrontare con dignità le Malattie Neuro-degenerative.

    Un altro elemento di grande rilievo emerso nel corso della giornata è stato la necessità di una raccolta anamnestica molto accurata e relativa agli ascendenti del paziente proprio perché in Campania l’espressione di alcune patologie neuro-degenerative è altamente di matrice familiare. In questa prospettiva il contributo del medico di famiglia, con le sue banche dati, risulta fondamentale per porre le basi del censimento nazionale per le malattie neuro-degenerative, ad oggi carente nel Paese. La testimonianza offerta dalla giornata di Paestum va in questa direzione per lo sviluppo di una presa in carico del paziente più efficace anche perché più attenta all’umano e multidisciplinare con i diversi attori coinvolti in una sinergia che può essere unica nel nostro Paese per le caratteristiche capillari del Sistema Sanitario.

Comments are closed.