Regione Campania: Riduzione ticket specialistica e monitoraggio prestazioni a rischio inappropriatezza

Il Commissario ad Acta per la Sanità campana Vincenzo De Luca con DECRETO N. 78 DEL 28/12/2017

Stabilisce che la quota fissa di 10 € sulle prescrizioni SSN per le prestazioni di specialistica ambulatoriale (introdotta dal decreto commissariale n. 53 del 27.09.2010 e s.m.i.)  si applica solo quando il costo complessivo delle prestazioni prescritte superi il valore di € 56,15;

Si programma:

  • l’avvio di percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) per l’accesso alle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale;
  • l’implementazione del monitoraggio di specifiche prestazioni sanitarie, con segnalazione del rischio di inappropriatezza;
  • l’introduzione di appositi “indicatori di inappropriatezza“ delle prescrizioni di prestazioni di specialistica ambulatoriale, entro il primo trimestre del 2018, da mettere a disposizione degli organismi preposti al governo clinico ed all’appropriatezza, ai sensi dell’art. 8, Capo III, del vigente Accordo Integrativo Regionale per la Medicina Generale;

i risparmi, in termini di riduzione delle prestazioni inappropriate, che saranno realizzati in virtù delle azioni realizzate saranno  utilizzati per migliorare la qualità dell’assistenza e la fruibilità delle prestazioni di specialistica ambulatoriale da parte dei pazienti.

Le altre misure regionali di compartecipazione alla spesa sanitaria di cui ai decreti commissariali n. 50, n. 51, e n. 53 del 27.09.2010 e s.m.i. sono prorogate al 31-12-2018 (ticket su farmaci e differenza di costo tra il farmaco generico e quello che brand, tiket sulla specialistica oltre i 56 € e ticket sulla assistenza termale).

Il DCA N.78 DEL 28-12-2017

Comments are closed.