Modificato l’Atto di indirizzo per la medicina convenzionata.

imageDiffusa una nota dall’Ufficio di Gabinetto del Ministero della  Salute che chiarisce ed integra l’Atto di indirizzo per la medicina convenzionata approvato dal Comitato di settore del Comparto Regioni-Sanità in data 13 aprile 2016.

In particolare il Documento precisa che i medici di cure primarie assicurano la loro attività tra le ore 8.00 e le ore 20.00 sette giorni su sette, e quindi anche il sabato, la domenica e nei giorni festivi.

Inoltre, nelle aree particolarmente critiche (particolari condizioni oro geografiche e di viabilità o particolare densità abitativa e nei piccoli comuni o zone prive di presidio ospedaliero), al fine di garantire il servizio di continuità assistenziale in tutte le fasce orarie, si indica che la continuità assistenziale debba essere assicurata (nelle forme da definire in sede contrattazione con SISAC, ndr) anche nelle ore notturne tra le ore 24.00 e le ore 8.00 – secondo gli indirizzi della programmazione regionale – avendo particolare riguardo all’assistenza agli anziani e ai pazienti in età pediatrica.

Il documento diffuso dal ministero

 

Comments are closed.