• Non sussiste obbligo di registrazione del sostituto per i medici in Rete o Gruppo che si sostituiscano tra loro.

    Risolto il mistero dell’annunciato e poi ritrattato obbligo di registrazione per i MAP in gruppo o in rete comparso sul sito dell’ARSAN.

    Stamane compare sul sito dell’ARSAN il seguente comunicato:

    – – – – – – – – – – –

    COMUNICATO URGENTE PER I MMG e PLS

    24.08.2015 (ndr: c’è scritto proprio 24.08.2015; oggi è il 19/08/2015)

    Se i medici in associazione hanno installato la versione aggiornata del proprio software,  non è più necessario inserire la pre-autorizzazione del “sostituto” alla compilazione della ricetta dematerializzata per i colleghi dello stesso studio.”

    – – – – – – – – – – –

    Qualche giorno fa la stessa ARSAN comunicava:

    – – – – – – – – – – –

    11.08.2015

    Si comunica che i medici in associazione, devono inserire la pre-autorizzazione del “sostituto” alla compilazione della ricetta dematerializzata anche per i colleghi dello stesso studio.

    – – – – – – – – – – –

    Per tale motivo avevo inviato a SOGEI il quesito se la registrazione fosse indispensabile per i medici in Associazione e mi era stato risposto, in maniera un po’ criptica,  che si tratta solo di problemi di gestionali e quindi l’obbligo non sussiste.

     

    Segue il testo delle mail intercorse:

     

    Testo richiesta:

    Spett.le SOGEI

    Rinnovo richiesta chiarimenti già inoltrata e a cui non è seguita risposta.

    In relazione alla recente indicazione, pubblicata sul portale ARSAN Campania, per cui si invita alla registrazione presso il portale TS, ai fini della ricettazione dematerializzata in corso di sostituzione dei medici appartenenti ad una medesima forma associativa, prego chiarire i seguenti punti che conservano elementi di dubbio:

    – si tratta di un obbligo o di una indicazione ad una buona pratica?

    – qualora fosse un obbligo, considerando che uno dei vantaggi offerti dalle forme associative consiste proprio in una organizzazione interna snella a vantaggio dell’utenza, il collega che chieda di essere sostituito e che voglia lasciare ai propri assistiti la possibilità di rivolgersi ad uno qualunque degli altri colleghi, deve comunicare i nomi di tutti gli altri?

    – qualora un paziente si rivolgesse allo studio associato, per una prescrizione urgente, in orari diversi da quelli del proprio MAP, non potrà ricevere la prescrizione dematerializzata?

    – qualora, in tale circostanza fosse prodotta prescrizione su ricettario regionale (quello rosso), tale pratica inciderebbe sugli esiti con ripercussioni economiche?

    In attesa di Vs cortese risposta è gradito porgere cordiali saluti.

    Dr. Giovanni Brengola

    Responsabile comunicazioni MEDINCO’ S.C.ar.l.

     

    Testo risposta:

    La norma di indicare un medico sostituto in un arco di tempo è un obbligo richiesto dalla regione campania.

    Per la problematica relativa agli studi associati e la relativa indicazione di sostituibilità tra colleghi, tale problema nasce solo se usasse un gestionale millewin. L’errore nasce da un’impostazione errata del gestionale e finchè i tecnici non correggeranno l’errore l’unico modo di operare è quello di scambiarsi le sostituzioni tra medici dello studio.

    L’utilizzo di ricette rosse le confermo viene conteggiato insieme al numero di ricette dematerializzate che devono superare una quota percentuale minima prestabilita dall’Asl

    Cordiali saluti.

    Servizio di Assistenza SOGEI

     

    A tutti un caro saluto

Comments are closed.