Regione Campania: i MMG coinvolti nel circuito di prevenzione e di osservazione epidemiologica.

La Giunta Regionale Della Campania Tutela Della Salute e Coordinamento Del Sistema Sanitario Regionale ha pubblicato, oggi 07/12/2020, sul BURC la Delibera della Giunta Regionale n. 540 del 02.12.2020 con cui si rende esecutivo l’Accordo stralcio per la Medicina Generale siglato in data 17 novembre 2020.

Contemporaneamente, la Delibera n. 542 del 02.12.2020, integra il DGR n. 475 del 03/11/2020 e modifica il percorso di gestione territoriale dei casi e dei contatti COVID-19 coinvolgendo i MMG nel circuito di prevenzione e di osservazione epidemiologica attraverso l’uso dei test antigenici rapidi.

In particolare:

1. CASO CoViD-19 ASINTOMATICO:

Dopo un periodo di isolamento di almeno 10 giorni:
il Dipartimento di Prevenzione (DdP) o il MMG/PLS forniscono allUSCA indicazioni per l’effettuazione del tampone di controllo

Al termine dei 10 giorni di isolamento, se il tampone dà esito negativo:

il DdP o il MMG/PLS rilasciano all’interessato il provvedimento di fine isolamento e lo inseriscono in piattaforma regionale (tutte le fasi del processo prevedono la comunicazione attraverso la piattaforma e-COVID SINFONIA).

2. CASO CoViD-19 SINTOMATICO

il soggetto che risulta positivo avvisa il proprio MMG o PLS e inizia il periodo di isolamento (almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi);
il MMG/PLS si accerta delle condizioni cliniche del paziente e attiva, tramite segnalazione su piattaforma e-CoViD SINFONIA, l’USCA;
il medico dell’USCA contatta il MMG/PLS per richiedere tutte le necessarie informazioni cliniche e anamnestiche e concordare il protocollo di terapia domiciliare;
l’USCA contatta il soggetto e inizia la gestione della terapia domiciliare e, in raccordo con il MMG/PLS, effettua la sorveglianza.

Al termine dei 10 giorni di isolamento (di cui almeno 3 senza sintomi):

il DdP o il MMG/PLS forniscono indicazioni all’USCA per l’effettuazione del tampone di controllo, quindi:
→ Se il tampone dà esito positivo, il soggetto continua l’isolamento.
→ Se il tampone dà esito negativo, il DdP o il MMG/PLS rilasciano all’interessato il provvedimento di fine isolamento e lo inseriscono in piattaforma regionale.

3. CONTATTO STRETTO ASINTOMATICO

Il soggetto resta in quarantena per almeno 10 giorni.
Dopo 10 giorni dall’ultima esposizione al caso:
 il DdP fornisce indicazioni per l’effettuazione del tampone di controllo, oppure
– l’USCA effettua il tampone di controllo, oppure
– il MMG/PLS effettua il tampone antigenico di controllo.
→ Se il tampone dà esito positivo, il soggetto continua la quarantena.
→ Se il tampone dà esito negativo, il DdP o il MMG/PLS rilasciano all’interessato il provvedimento di fine quarantena e lo inseriscono in piattaforma regionale.

4. CONTATTO STRETTO SINTOMATICO

il MMG/PLS fa richiesta di tampone al DdP oppure all’USCA tramite piattaforma regionale.
→ Se il tampone dà esito positivo, il soggetto diventa caso CoViD 19 sintomatico e segue l’iter dedicato.
→ Se il tampone dà esito negativo, il soggetto continua la quarantena per almeno 10 giorni, in quanto contatto stretto di caso. Al termine del periodo di quarantena (10 giorni di cui almeno gli ultimi 3 senza sintomi), il DdP o il MMG/PLS rilascia all’interessato il provvedimento di fine quarantena.

Allegati:
Gestione territoriale dei casi e contatti Covid-19 
Allegato A: «Indicazioni per la durata di isolamento e quarantena» 
Allegato B: attestazione di fine isolamento 
Allegato C: attestazione di fine quarantena  

Comments are closed.