Regione Campania, proroga Piani Terapeutici fino al 31 gennaio 2021

Al fine di evitare discontinuità nei trattamenti terapeutici, la Direzione Generale Tutela della Salute Regione Campania comunica la proroga, fino al 31 gennaio 2021, di alcuni Piani Terapeutici:

  • Piani terapeutici dei presidi per diabetici;
  • Piani terapeutici degli alimenti (nefropatici, celiaci, ecc.);
  • Piani terapeutici sacche per nutrizione enterale e parenterale;
  • Piani terapeutici dei farmaci classificati A-PT, A-PHT e Fascia H esitabili;
  • Piani terapeutici per l’Ossigeno Terapia Liquida;
  • Piani terapeutici stomie ed ausili per l’incontinenza;
  • Piani terapeutici per la fornitura di ausili, dispositivi monouso, alimentazione speciale e altri dispositivi protesici, di cui agli allegati 2-3 e 5 del DPCM del 12/01/2017;
  • Piani Terapeutici per Malattie Rare nelle modalità previste dalla nota prot. n° 0736683/2019.

È stata dunque disposta l’estensione di validità informatizzata di tutti i Piani Terapeutici (PT), aventi scadenza a partire dal 15/10/2020, fino al 31/01/2021, nonché l’estensione di validità dei PT cartacei laddove non prevista l’informatizzazione.

Gli specialisti prescrittori potranno interrompere la validità del vigente piano informatizzato in qualsiasi momento ovvero precisare quali Piani Terapeutici non dovranno usufruire di tale agevolazione, con le modalità da loro ritenute più opportune.

Rimangono esclusi i farmaci sottoposti a registro di monitoraggio di verifica degli accordi negoziali.

ATTENZIONE: è fatta eccezione per i farmaci dispensati nel canale DPC, per i quali seguiranno indicazioni specifiche.

I farmaci in distribuzione diretta, per i pazienti cronici in continuità terapeutica, saranno distribuiti per un fabbisogno bimestrale.

Per i piani terapeutici dei farmaci HIV è consentita al clinico la possibilità di redigere piani di durata massima di quattro mesi in pazienti opportunamente selezionati e con trattamento farmacologico consolidato e ai farmacisti ospedalieri di dispensare l’intero ciclo (quattro mesi).

Si consente inoltre la spendibilità dei buoni per alimenti speciali per pazienti celiaci, compresa la variante erpetiforme, per un tempo superiore al mese corrente.

Infine, si dà indicazione alle Farmacie delle strutture pubbliche di erogare in dimissione o a seguito di visita specialistica, come previsto per legge, l’intero primo ciclo terapeutico per un tempo di 30 giorni.

LA NOTA REGIONALE

Comments are closed.