Formazione continua. Obbligo soddisfatto dalla maggioranza dei medici. Dal 2020 le sanzioni.

Nell’ultimo anno del triennio ECM 2017-2019 le percentuali dei professionisti sanitari che si aggiornano regolarmente sono in continua crescita. Tuttavia pare che circa 1/4 dei Medici non sia ancora in regola con l’obbligo formativo corrente o non abbia ancora crediti sufficienti a colmare il gap del passato triennio per cui era stata concessa una proroga.

Su questo tema il Presidente FNOMCeO, Filippo Anelli, sta già da tempo promuovendo serrate campagne di sensibilizzazione verso i Medici per il raggiungimento degli obiettivi formativi e verso i Presidenti di Ordine e CAO per le dovute verifiche.

Anelli, intervistato anche da inviati di trasmissioni satiriche che si sono occupate dell’argomento, ribadisce quanto affermato più volte, che «l’aggiornamento costituisce un requisito indispensabile per svolgere attività professionale in qualità di dipendente o libero professionista e il medico, nel corso di tutta la sua vita professionale, deve perseguire l’aggiornamento costante e la formazione continua assolvendo agli obblighi formativi mentre l’Ordine ha il compito di certificare agli iscritti i crediti acquisiti e valutare eventuali inadempienze».

I controlli e le sanzioni partiranno dal 2020, anche per il triennio 2014-2016 ed entro il 31/12/2019 i professionisti avranno la possibilità di spostare, a recupero dei crediti mancanti, quelli maturati nel triennio 2017-2019

Anelli non lesina critiche alle Aziende, spesso inadempienti sotto il profilo formativo e pressanti sulle richieste di disponibilità nel mansionario pratico a scapito dell’aggiornamento «Ritengo che le aziende debbano attivare i meccanismi di formazione obbligatori previsti per legge dai contratti di lavoro in modo tale da offrire a tutti i professionisti strumenti per la formazione e l’aggiornamento continuo».

Le Federazione degli Ordini mette a disposizione dei professionisti corsi FAD che possono essere utilizzati da tutti gli iscritti.

E’ possibile monitorare la situazione dei crediti ECM accedendo al portale COGEAPS e cliccando sull’icona ACCESSO ANAGRAFE CREDITI ECM

Per chi non l’avesse ancora fatto, la registrazione alla piattaforma web COGEAPS consentirà l’accesso alle informazioni riguardanti la propria posizione sui crediti conseguiti.

Comments are closed.