Circolare sugli adempimenti vaccinali anno scolastico 2018/2019.

Pubblicata in concerto tra MIUR e Ministero dell Salute la circolare sugli adempimenti vaccinali per gli scolari di età compresa tra zero e sedici anni per la frequenza delle istituzioni scolastiche nell’anno scolastico 2018/2019.

Non essendo stata completata l’istituzione dell’Anagrafe Nazionale Vaccini né, in alcune Regioni, di un’anagrafe vaccinale regionale come previsto dal dl 73/17, conv. modif. legge n. 119/2017, al fine di sollevare le famiglie da un aggravio dell’onere di documentazione da produrre all’amministrazione pubblica (ad es. per minorenni che abbiano iniziato il ciclo di una o più vaccinazioni in una regione, completandolo, successivamente, in altra regione), anche in considerazione del fatto che tale onere confligge con i principi generali in materia di semplificazione ed autocertificazione (art. 18 legge n. 241/90) è concesso per il solo anno scolastico 2018/2019, la frequenza, da parte dei minorenni, delle istituzioni d’istruzione ed educazione presentando una dichiarazione sostitutiva entro il 10 luglio 2018.

Per le regioni presso le quali non è stata istituita un’anagrafe vaccinale e che non si sono avvalse della procedura semplificata di scambio dei dati scuole/Asl, per il solo a.s. 2018/2019, per le prime iscrizioni, nel caso in cui i genitori/tutori/affidatari non presentino entro il 10 luglio 2018 la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni, i dirigenti scolastici potranno ammettere i minorenni alla frequenza sulla base delle dichiarazioni sostitutive presentate entro il termine di scadenza per l’iscrizione, (naturalmente fatte salve le verifiche sulla veridicità delle dichiarazioni rilasciate). Resta invece ferma la necessità di provare le condizioni di esonero, omissione o differimento.

Analogamente per le iscrizioni d’ufficio (alunni che continuano il ciclo di studio), qualora il minorenne debba essere sottoposto ad una nuova vaccinazione o ad un richiamo, i genitori, salvo condizioni di esonero comprovate, possono presentare, entro il 10 luglio 2018, una dichiarazione sostitutiva dell’avvenuta vaccinazione, che sarà poi soggetta alle verifiche previste.

Anche per le iscrizioni alle scuole dell’infanzia dopo il 10 luglio, per il solo a.s. 2018/2019 si potrà accedere presentando la documentazione necessaria o la dichiarazione sostitutiva, ferma restando la prova di condizioni di esonero, omissione o differimento.

Per le Regioni presso le quali è stata istituita un’anagrafe vaccinale e ci si è avvalsi della procedura semplificata scambio dei dati scuole/Asl, per il solo a.s. 2018/2019, i minori indicati negli elenchi con le diciture “non in regola con gli obblighi vaccinali” o “non ricade nelle condizioni di esonero, omissione o differimento” o “non ha presentato formale richiesta di vaccinazione” potranno essere ammessi alla frequenza dietro presentazione, entro il 10 luglio 2018, di una dichiarazione sostitutiva che attesti l’effettiva somministrazione delle vaccinazioni non risultanti dall’Anagrafe regionale ovvero la richiesta di prenotazione delle vaccinazioni non ancora eseguite, che sia stata effettuata posteriormente al 10 giugno 2018.

In ogni caso, per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e i servizi educativi per l’infanzia, i minorenni potranno frequentare la scuola dell’infanzia e i servizi educativi per l’infanzia dal momento in cui i relativi genitori/tutori/affidatari avranno presentato la documentazione ovvero la dichiarazione sostitutiva con le modalità sopra descritte.

La circolare MIUR-Salute

Ministero Salute: semplificazioni burocratiche vaccini 2018-2019

Il comunicato stampa ISS: importante non compromettere obiettivo salute di tutti

Comments are closed.