Bozza di Convenzione preliminare in attesa della contrattazione del triennio 2016-2018 (economico e normativo).

Il Comitato di settore guidato da Massimo Garavaglia ha dato il via libera, con una bozza di accordo ponte, per almeno 400 milioni di arretrati destinati al recupero della vacazio contrattuale 2010-2015 nonché per gli arretrati derivanti dagli incrementi previsti per gli anni 2016-2017 legati alla partecipazione per la realizzazione degli obiettivi prioritari di politica sanitaria nazionale:

  • PIANO NAZIONALE DELLA CRONICITÀ (P.N.C.).
  • PIANO NAZIONALE PREVENZIONE VACCINALE (P.N.P.V.) 2017-2019.
  • ACCESSO IMPROPRIO AL PRONTO SOCCORSO.
  • GOVERNO DELLE LISTE D’ATTESA E APPROPRIATEZZA.

Si prevede che gli incrementi economici siano dell’ 1,45% per il periodo 2010-2015 e poi del 2016-17 che diventeranno 3,48% a finanziaria in vigore. Maggiori gli incrementi per l’anno in corso (>4% ?), in attesa dell’approvazione del MEF.

Si normano le deroghe al massimale di 1500 pazienti che possono essere autorizzate in relazione a particolari situazioni Locali (l’AIR può prevedere l’innalzamento del massimale fino al limite massimo di 1.800 scelte, senza ulteriori indennità associative o informatiche, per medici organizzati con personale di studio)

Libera Scelta: il cittadino può scegliere un medico iscritto in elenchi, della stessa Azienda, diversi da quello di residenza, previa accettazione da parte del medico interessato.

Domani 01.03.2018 i sindacati della medicina generale si riuniscono presso la SISAC per discutere ed eventualmente firmare l’Accordo preliminare.

LA BOZZA DI CONVENZIONE PONTE

Post Tagged with ,
Comments are closed.