Un’assistenza domiciliare efficace ed efficiente è possibile a Salerno ed in Campania.

Mentre a Roma, durante il consiglio nazionale FIMMG, si discuteva di nuovi profili organizzativi del SSN e di cure domiciliari, parallelamente e con grande sincronia l’incontro a Capaccio, organizzato dalla Società Scientifica di Medicina Generale “SIMG” e il Consorzio delle Cooperative Mediche Salernitane “Mega Ellas”,  tra l’Azienda Salerno ed i MMG, caratterizzato da una grande affluenza di Medici, affrontava simultaneamente, in una sala piena oltre la capienza, temi consensuali e complementari e metteva in luce il grande interesse che suscita l’argomento.

Tutta la rappresentanza delle più importanti personalità intervenute nella discussione, competenti e responsabili delle Cure Domiciliari, fornisce il polso delle reali intenzioni della Dirigenza su questo tema e di quanto potrebbe essere realizzato a breve di ciò di cui si è dibattuto.
Erano in sala ed hanno partecipato ai lavori gli assessori alla sanità Dr.ssa Comunale del comune Roccadaspide e Dr.Petraglia del comune di Capaccio, il presidente onorario dell’Ordine dei Medici Chirurghi di Salerno Dottor Bruno Ravera, i sei presidenti delle cooperative dei MMG del salernitano in Consorzio MEGA ELLAS (Dr.i Antonio De Rosa, Luigi Di Gregorio, Elio Giusto, Sandro Noia, Salvatore Senatore),  il presidente provinciale SIMG Dottoressa Scovotto, il segretario SIMG dr. Verrone, il referente nazionale SIMG per l’ADI Dottoressa Maria Stella Padula, il presidente del Consorzio delle 10 Cooperative dei MMG del napoletano Campania Medica dr. Giovanni Arpino, il presidente del Consorzio delle Cooperative dei MMG del salernitano dr. Raffaele Sellitto, il rappresentante sindacale per il tavolo tecnico aziendale ex art. 23 dr. Antonio Crescenzo, I direttori di distretto Dr. Rocco Basile e Dr.ssa Giuseppina Arcaro, la Direzione Generale aziendale rappresentata dal Dottor Bruno Atorino referente aziendale ADI, l’imprenditore Magaldi che con Medi-Care realizza l’ADI sul territorio di Salerno, il referente aziendale Pro.M.I.S. (Programma Mattone Internazionale Salute) dr.ssa Laura Russo, la docente per il master sull’integrazione socio sanitaria dell’Università Federico II di Napoli Dr.ssa Angela Canonico, i referenti di altri settori del sociale e circa 100 MMG.

L’introduzione appassionata e molto apprezzata del presidente di Mega Ellas dr. Sellitto (“non è un problema di risorse ma di frammentazione del sistema”) e quelle che sono seguite hanno messo in luce un quadro di disomogeneità e di mal celata insoddisfazione dell’utenza per la mancata integrazione tra tutte le figure professionali coinvolte nei processi di cura, per la rigidità dei protocolli, per la scarsità delle risorse e dei materiali, per l’assenza di una regia presente e raggiungibile.
Dalla discussione che è seguita sono derivate proposte operative e fattibili su un modello salernitano di cure domiciliari. Tali proposte condivise saranno portate alla discussione dei tavoli istituzionali aziendali e regionali in quanto il governatore della regione Campania anche Commissario per la Salute ha dato assenso ad un incontro con tutti gli Attori del territorio comprese le cooperative per sviluppare una progettualità da calare su tutto il territorio regionale in risposta ai bisogni ormai crescenti di una popolazione che invecchia sempre di più e che presenta fragilità complesse ed a cui va garantita una presa in carico” “continua” ed integrata. In queste tre espressioni si rappresenta bene la funzione del Medico di Assistenza Primaria in grado di garantire, se supportato da strutture, protocolli e risorse adeguate, una reale continuità delle cure ed interventi plastici ed efficaci sulle cronicità e sulle disabilità in risposta ai bisogni di salute delle persone non autosufficienti e dei loro familiari.

La relazione del Presidente dr. Sellitto

La mozione finale del consiglio FIMMG del 16 dicembre 2017

L’intervista al dr. Sellitto pubblicata su “Cronache”

Comments are closed.