Abrogato il divieto di rilascio della parente di guida per malattie ematiche

Dal prossimo 6 ottobre 2017 entrerà in vigore il D.P.R. 10 luglio 2017, n. 139 che modifica, per quanto riguarda lo stretto interesse medico, le norme per il rilascio della patente di guida relative ai requisiti fisici e psichici per il suo conseguimento. È abrogata la lettera G dell’appendice II all’articolo 320 del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495, recante il regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della strada, che sanciva il divieto di rilascio e rinnovo della patente di guida per gli individui colpiti da malattie ematiche.

La norma è abrogata ‘in considerazione del progresso scientifico intervenuto sui nuovi strumenti di diagnosi e sulle nuove terapie”.

Non necessita più, dunque, nel rilascio di certificazione ai fini del conseguimento o rinnovo della patente di guida, fare riferimento alle malattie ematologiche.

Resta escluso il rilascio della patente di guida, salvo differente parere da parte della Commissione medica locale, per coloro che risultano affetti dalla seguenti patologie: affezioni cardiovascolari ritenute incompatibili con la sicurezza stradale (nei casi dubbi, ovvero quando trattasi di affezioni corrette da apposite protesi, il giudizio di idoneità verrà espresso dalla commissione medica locale), diabete mellito quando necessita di trattamento con insulina (è richiesto il parere di un medico diabetologo), malattie endocrine gravi diverse dal diabete, malattie del sistema nervoso (encefalite, sclerosi multipla, miastenia grave, atrofia muscolare progressiva e/o a disturbi miotonici, malattie del sistema nervoso periferico e postumi invalidanti di traumatismi del sistema nervoso centrale o periferico – sono previste eccezioni), epilessia (sono previste eccezioni), malattie dell’apparato urogenitale (insufficienza renale, a meno che non risulti positivamente corretta a seguito di trattamento dialitico o di trapianto), turbe psichiche in atto dovute a malattie, traumatismi, postumi di interventi chirurgici e, infine, dipendenza da sostanze psicoattive.

Il D.P.R. 10 luglio 2017, n. 139

Comments are closed.