Grande successo dell’evento “La gestione del paziente con dolore neuropatico”.

L’incontro realizzato grazie al contributo non condizionante di Pfizer, e alle capacità organizzative del dr Elio Giusto, presidente della cooperativa ospitante, e della bravissima dr.ssa Scovotto, molto sentito e partecipato, ha visto un’adesione di oltre 130 medici rispetto ai 100 previsti ed aventi diritto alla convalida dei crediti ECM.

L’interesse era tangibile in sala per il prestigio dei relatori e per l’attrattività del tema trattato, sempre di grande attualità: il dolore neuropatico.

Si è discusso di diagnosi e di terapia con appassionati interventi; particolarmente comunicativi quello del prof. Marchettini (area dolore S. Raffaele Milano) e del dr Pintore (PO S. Francesco Oliveto Citra). Si è trattato di economia e di aspetti legali, dal punto di vista del medico e da quello del paziente con dolore, richiamando anche note di radioterapia e argomenti tratti dalla recente normativa sulla responsabilità professionale, tema, quest’ultimo, che si è prestato a sentite e lunghe discussioni.

Grande soddisfazione,  quindi, del Presidente di Mega Ellas dr Raffaele Sellitto e del presidente della cooperativa ospitante, intitolata a Giuseppe Moscati, dr Elio Giusto per un evento di straordinario successo concluso nella sessione pomeridiana, con l’intervento del presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Salerno Dott. Giovanni D’Angelo che ha rinnovato la disponibilità a favorire l’integrazione tra i vari attori della Sanità ed esaltato la sua vocazione di Servizio alle esigenze dei Medici e dei Cittadini, e infine con l’intervento dei colleghi MMG e specialisti ambulatoriali che hanno rappresentato in senso critico le cifre dell’organizzazione territoriale salernitana, e delle statistiche dei trattamenti e delle diagnosi, a scopo di ricerca, sul territorio. Un’affermazione, insomma, che mette la Medicina Generale in posizione paritaria, per quanto riguarda le capacità organizzativa e la qualità degli eventi, con l’università.

Comments are closed.