Diffida alla regione Campania per la richiesta indebita di acquisizione del consenso informato su piattaforma Saniarp.

Il Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani Diffida la regione Campania per la pratica “imposta” di acquisizione del consenso informato dei dati su piattaforma Saniarp.

“Il consenso informato – sostiene Giorgio Massara, Presidente regionale –  non può e non deve, come più volte ribadito dalla giurisprudenza, ridursi ad un mero atto formale; pertanto la sua acquisizione comporta un significativo impegno temporale, richiede possesso di competenze specifiche per poter fornire le necessarie informazioni al soggetto, attribuisce responsabilità nei confronti del soggetto medesimo, ed infine prevede oneri economici per la stampa e la trasmissione”.

Inoltre fa presente che “tale compito, di carattere puramente amministrativo, non è previsto dalle norme convenzionali che regolano l’attività dei medici di Medicina Generale”.

Dunque lo SNAMI diffida la regione a modificare la Deliberazione della Giunta Regionale n. 10 del 17/01/2017 relativamente al coinvolgimento dei medici di Medicina Generale, ed a attivare eventuale tavolo di contrattazione con le OO. SS. di categoria al fine di definire le modalità di collaborazione degli stessi MMG al sistema SANI.A.R.P. ed i corrispettivi da riconoscere loro per tali attività.

L’ATTO DI DIFFIDA

Lascia un commento