Decreto Lorenzin inappropriato. Stop al decreto. Ora si sperimenta… e niente sanzioni.

Con la circolare diffusa dal ministero della Salute, a firma del direttore generale Botti, il DL Lorenzin è ufficialmente sospeso (non abrogato) ed inserito in una fase di controllo e verifica. La Lorenzin ha capitolato dopo lo scontro con tutti i medici italiani.

Ora si accondiscende alle richieste già formulate dai Medici quando il decreto non era ancora legge. Una pessima trovata, partorita da qualche mentre offuscata del ministero, di mettere pesanti ed insensati limiti all’autonomia professionale dei medici dietro la minaccia di azioni disciplinari.
Ora dopo lo scontro tra Medici e associazioni di cittadini da un lato  e autoritarismo politico ed amministrativo dall’altro, la Lorenzin ha accettato di discutere con i camici bianchi sulla governance, sulla professione e sulla contrattazione.

Nella circolare di quattro pagine si intravede un documento “aperto” verso cui la FNOMCeO esprime soddisfazione, mentre i sindacati parlano di primo passo per mettere in atto un piano di maggior attenzione verso le prescrizioni “con la certezza che per pazienti oncologici, cronici o invalidi non c’è limitazione prescrittiva”.

Interessante è infine il passaggio che impone ai medici specialisti di prescrivere su ricettario regionale.

La circolare del Ministero. 

Comments are closed.