Pagamenti col bancomat: obbligo dal primo gennaio; multe entro il primo febbraio.

POSLa legge di Stabilità 2016 inasprisce l’obbligo per i professionisti di accettare pagamenti elettronici senza limiti di importo.
Dal 1° gennaio bisognerà dotarsi obbligatoriamente di Pos per consentire ai propri “clienti” (non più “assistiti”) di pagare tramite bancomat qualsiasi importo. La nuova Legge da una parte ha innalzato da mille a tremila euro la soglia dei pagamenti cash (salvo che per i money transfer e i pagamenti della P.A.), dall’altra ha rafforzato l’obbligo già esistente per i negozianti e per tutti i professionisti di disporre di strumenti idonei a ricevere pagamenti elettronici (bancomat e carte di credito) e ha eliminato l’importo minimo per la transazione estendendo la pratica di pagamento elettronico anche (a partire dall’1 luglio 2016) ai dispositivi di controllo di durata della sosta.

Decade, dunque, il limite minimo di operatività di 30 euro previsto precedentemente e vengono introdotte ipotesi di sanzioni crescenti sino alla sospensione dell’attività per gli inadempienti visto che sinora l’assenza di sanzioni ha reso possibile eludere l’obbligo. Ma i termini, le modalità e gli importi delle multe, sono demandati ad apposito decreto ministeriale da definire con decreto attuativo entro il 1° febbraio 2016. 

Rimane la possibilità di rifiutare il pagamento elettronico solo per “oggettiva impossibilità tecnica”.

Comments are closed.