IL NUOVO CATALOGO REGIONALE DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI

La Delibera della Giunta Regionale n. 431 del 24/09/2015, pubblicata sul BURC n. 57 del 28/9/2015, definisce il nuovo “ CATALOGO REGIONALE DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI che non modifica le norme nazionali ed è redatto al fine di agevolare l’identificazione della prestazione richiesta dal medico prescrittore; rendere omogenee le denominazioni delle prestazioni, mediante l’utilizzo di un linguaggio condiviso; agevolare, mediante le funzionalità della prescrizione elettronica, la corretta compilazione della ricetta e il rispetto delle regole prescrittive previste dal nomenclatore regionale (condizioni specifiche di erogabilità); garantire l’esatta corrispondenza tra quanto prescritto dal medico e quanto erogato dalla struttura specialistica, sia pubblica che privata.

I medici prescrittori (con l’ausilio del gestionale di studio per i MMG) dovranno, dal 1° gennaio 2016, riportare nei relativi flussi informativi, per le prestazioni erogate, il nuovo codice e la relativa descrizione riportata nel Catalogo Regionale.

Le Softwarehouse dovrebbero essere già al lavoro per implementare le nuove tabelle.

Si pone all’evidenza l’allegato 2 (PRESTAZIONI SUBORDINATE A SPECIFICHE INDICAZIONI STABILITE DA LINEE GUIDA CLINICO-DIAGNOSTICHE) cui fare mente locale all’atto prescrittivo per non incorrere in prescrizioni improprie.

Comments are closed.